CANESTRELLI DI BORGOFRANCO

Questi biscotti di forma irregolare, sottili e friabili, risalgono all’epoca medievale, quando venivano riposti nei canestri di vimini intrecciati da cui hanno preso il nome. La loro produzione è da sempre caratteristica di Borgofranco d’Ivrea. L’impasto, inizialmente composto solo di miele e farina (a cui si sono aggiunti poi vaniglia e zucchero) viene tradizionalmente schiacciato fra due lastre di ferro poste alle estremità di una lunga pinza e quindi cotto per qualche minuto direttamente sul fuoco. Le lastre recavano le iniziali della famiglia proprietaria dello strumento e ancora adesso imprimono sui biscotti le iniziali dell’artigiano che li produce.

Chiudi